Il mio difficile rapporto con gli altri lettori su Facebook

io Abbandono i gruppi di lettori in due casi:
1) Domanda: Voi leggete cartaceo o digitale ?
io solo il cartaceo solo la cara può dare quelle sensazioni che un pezzo di silicio non potrà mai dare ……

1455 Germani due amici si incontrano all’Hostaria e discutono di questa nuova invenzione: La stampa a caratteri mobili …. ahhh ma l’emozione che ti da un libro scritto a mana, il sapore, l’odore, il tatto niente a che vedere con quella stampaccia fatta con il piombo ….

2) Ma voi quanti libri leggete ?
io ne ho letti pochi solo 479 dall’inizio dell’anno pochino vi pare ? ditemi che sono una cialtrona/e ?

Ho fatto un corso di lettura veloce … ieri sera ho letto GUERRA e PACE:
Di cosa parla ?
della russia
(W.Allen)

Advertisements

Il 25 Aprile nelle parole di Giorgio Bassani

Gli ex fascistoni di Ferrara
invecchiano
alcuni
di quelli che nel ’39
mostravano di non più ravvisarmi
traversano mi buttano
come a Geo le braccia al collo
gaffeurs incontenibili
sospirano eh voi
propongono
dopo la dolorosa
pacca sulla spalla mancina
l’agape casalinga
che al fine consenta alla monumentale mummy cattolica
d’estrazione bolognese o rovigotta
ai brucanti in tinello strabiondi
teen-agers incontaminati
di incontrarlo una buona volta
il già compagno di scuola talmente
bravo
il bravo
romanziere
il presidente…

Hanno l’aria di insinuare
nel mentre dài piantala
non lo vedi che sei tu quoque
mezzo morto?
E poi scusa – continuano
uguali identici ormai
all’ingegner Marcello
Rimini
al rabbino dottor Viterbo –
in che altro modo senza di
noi
avresti potuto metterle insieme
le tue balle con relativo
appoggio di grana eccetera? Dopo tutto
cazzo
potresti ben cominciare
a considerarci anche noi quasi dei mezzi…

Coraziali? Voi quoque? Dei quasi
mezzi cugini? No piano
Come cazzo si
fa?

Prima
cari
moriamo.

(Giorgio Bassani, Epitaffio, 1974)

Padania etrusca

Padania_EtruscaQuesta è la Mappa della colonizzazione etrusca della Padania. Questo porta a dichiarare come bufale due leggende metropolitane.
La prima che la Padania sia celtica.
La seconda che l’aspirazione della consonante intervocalica tipica dei popoli toscani sia di provenienza etrusca ….
Io un veneto (adria) ferrarese (spina) un bolognese, un romagnoli e un mantovano …. non li ho mai sentiti aspirare nessuna consonante

Il Passaggio – Pietro Grossi

9788807032097_quartaStava crescendo dentro di me qualcosa che nei giorni a venire non mi avrebbe più abbandonato: un sinistro animale che si cibava dei miei ricordi e vomitava emozioni rimosse e molto potenti, capaci di mettere in discussione tutta la mia recente esistenza.

Non so se via sia mai capitato di viaggiare nel Nord-Europa sopra il Circolo Polare Artico e si via capitato di fare escursioni in barca, per esempio, sull’  Jökulsárlón in Islanda.
Nel totale silenzio della natura si sente il rumore del ghiaccio, degli iceberg, che si rompe e quando un iceberg si rompe è una promessa  …. di una disgrazia imminente.
Ed è un suono che ti rimane dentro e che ti porti dietro ….

La rottura di iceberg, però, oltre a portare distruzione porta anche una nuova architettura del paesaggio … nuovi panorami.

Il passaggio di Pietro Grossi, che già conoscevo per aver letto anni fa PUGNI, è questo.
Un Padre, un figlio, un conflitto caratteriale insanabile che per anni ha scricchiolato (come l’iceberg) per scelte di vita diverse. Solo grazie ad un viaggio fatto insieme il figlio riesce a prendere coscienza del proprio “senso delle vita” e grazie a questo a capire, comprendere le scelte del Padre e ad amarlo e accettarlo.

Mi ero dimenticato come le barche rubassero pezzi di anima dai mari che navigavano, … – pur non sapendo la sua storia- riconoscevo nei movimenti .. tracce di tutti i mari che aveva solcato, in giro per il mondo e lassù nell’Artico …

TERZA DI COPERTINA

Ci siamo. Ecco cosa capisce Carlo non appena riceve la telefonata di suo padre. Un pensiero immediato, che non lascia dubbi. Ci siamo. E infatti basta quella telefonata per spezzare in un attimo, in un breve scambio di battute, la regolarità della sua vita londinese, il lavoro allo studio di architettura, le sere e i fine settimana allegri con la moglie Francesca e i gemellini… Il padre – un padre debordante e iroso, intemperante e pieno di genio, da cui Carlo ormai da anni si tiene a distanza di sicurezza – lo chiama da Upernavik, Groenlandia, per chiedergli di aiutarlo a portare una barca, il Katrina, da lì fino in Canada. Perché il passaggio del titolo è il celeberrimo passaggio a Nord-Ovest, ed è su quelle acque pericolose e fra quei ghiacci, fra quelle solitudini e gli sporadici incontri con gli inuit delle coste, che ha luogo il confronto fra un padre e un figlio.Il

Io e Te – Niccolò Ammaniti

io-e-te1Si legge un poco più di un ora questo racconto di Ammaniti.
Commovente. Il disagio di vivere di due adolescenti.
Finito di leggere Novembre 2010


TERZA DI COPERTINA

Barricato in cantina per trascorrere di nascosto da tutti la sua settimana bianca, Lorenzo, un quattordicenne introverso e un po’ nevrotico, si prepara a vivere il suo sogno solipsistico di felicità: niente conflitti, niente fastidiosi compagni di scuola, niente commedie e finzioni. Il mondo con le sue regole incomprensibili fuori della porta e lui stravaccato su un divano, circondato di Coca-Cola, scatolette di tonno e romanzi horror. Sarà Olivia, che piomba all’improvviso nel bunker con la sua ruvida e cagionevole vitalità, a far varcare a Lorenzo la linea d’ombra, a fargli gettare la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita là fuori. Con questo racconto di formazione Ammaniti aggiunge un nuovo, lancinante scorcio a quel paesaggio dell’adolescenza di cui è impareggiabile ritrattista. E ci dà con Olivia una figura femminile di fugace e struggente bellezza.

Una storia nera – Antonella Lattanzi

NZODifficile parlare di questo libro senza correre il rischio di spoilerare. Quindi non ne parlerò. Vi presenterò i personaggi.
VITO: Marito geloso e possessivo, spesso violento con la moglie mai però con i figli. Come tanti uomini gelosi e possessivi si riserva, però, il diritto ad avere un amante.
CARLA: la moglie e la madre che subisce la violenza verbale, fisica e psicologica del marito. Alcuni anni prima dell’inizio del romanzo divorziano. le possessivi e golosità di Vito però no.
ROSA, ANTONIO e MARA: i tre figli che sentono tutto e sanno tutto (escluso MARA che è troppo piccola)
MILENA: L’amante di VITO che sta ad aspettarlo per una vita sperando che lasci Carla, ma anche quando lo fa non va a vivere con lei
LA FIGLIA DI MILENA: e forse, chissà, anche al figlia di VITO.

Agosto 2012 terzo compleanno di MARA. Ala festa partecipa tutta la famiglia VITO compreso. Che però scompare alla fine della festa.
Tutti lo cercano, la moglie i figli l’amante … ma sarà la polizia a trovarlo e a trovare la verità (o presunta verità come in LA CAMERA AZZURRA di G. Simenon) e sarà un tribunale a giudicarla.

Una narrazione sempre in precario equilibrio fra bene, male, colpa, giustizia, amore, odio  e violenza.

Piano piano durante il processo e attraverso un lento svelare dei segreti che ognuno dei personaggi si porta dietro si arriverà a scoprire quello che effettivamente è successo la notte che VITO è scomparso.

Advertisements

Intervento inopportuno e disturbatore

NOAR

Wildsoul

Scrittori esordienti - www.ultimapagina.net

Andate su www.ultimapagina.net, il sito si è trasferito

Sonnenbarke

Ma dove troverò mai il tempo per non leggere tante cose? (Karl Kraus)

EdnaModeblog

Ho sempre avuto il sospetto che l'amicizia venga sopravvalutata. come gli studi universitari, la morte o avere il cazzo lungo. noi esseri umani esaltiamo i luoghi comuni per sfuggire alla scarsa originalità della nostra vita. (Trueba)

Gwynto

Aspirante scrittrice, lettrice avida, amante delle parole

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

'mypersonalspoonriverblog®

Tutti gli amori felici si assomigliano fra loro, ogni amore infelice è infelice a suo modo.

Recensioni Librarie in Libertà

"[i libri scritti] se ti metti a contarli, smetti di scriverli" (Ernest Hemingway)

TYT

il lavoro debilita l'uomo e la donna

Parole Loro

"L'attualità tra virgolette"

Memoria narrante

In un vecchio baule impolverato, nella soffitta della nonna, ho trovato il suo diario di quando era tredicenne, come me adesso...

Donut open this blog

Stories, dreams and thoughts

mastrobyte

words are important

Alidada

benvenuto nel mio spicchio di cielo

fashionrblog

Al servizio della moda: parleremo di tutti i temi inerenti la moda.

kyleweatwenyen

Come un angelo da collezione.

Pasticceria orientale

l'oriente nella sua veste più dolce

L'Esaurito

"fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza"

maivalcalabry

La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro. Leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare

IL MOTIVATORE

Pensieri, sensazioni, azioni.

Il Blog di Radio Sonora

La web radio dell'Unione dei comuni della Bassa Romagna

La ginestra, fiore del deserto

"Il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere"- C. Goldoni

Riflessioni di un cervello in fuga 🤓

Farsi sempre nuove domande

Libriamoci

Condividiamo il nostro amore per i libri

A-Rock

"Il bello della musica è che quando ti colpisce non senti dolore." (Bob Dylan)

BOOK'S THIEF

LADRA DI LBRI

Giabus Live Space

what's going on with my books & music...

The Imbranation Girl

Book nerd e Beauty lover

Passalorto | Blog

affidati al contadino

ossitocine.wordpress.com/

La filosofa così oscura che Schopenhauer te lo svendo come precursore del positivethinking

DADAWORD

Vivere e raccontare...

M.i.P. studio

soluzioni informatiche ed elettroniche

Salotto dei Libri

Sono una lettrice accanita, obbligata a vivere accanto ai libri, dentro ai libri, per i libri, leggendoli ma non soltanto. Vivendoli.

| A Milano Puoi |

La Milano più bella in tasca.