Perspepolis

In “Persepolis” la storia privata dell’autrice si mescola alla Storia di un Paese, l’Iran. Nel 1984, quando aveva soltanto quindici anni, Marjane Satrapi è stata costretta a lasciare Teheran, dove viveva con i genitori, perché in quel momento la vita per un’adolescente era impossibile. E andata in Austria, dove ha vissuto lo straniarnento di una diversa cultura e la sensazione di sradicamento che sempre accompagna ogni esule. Poi è stata a Parigi, ha studiato ed è cresciuta. E a un certo punto ha avvertito il bisogno di raccontarsi prendendo in mano dei fogli di carta e una matita. In questo modo ci ha regalato un’opera che è insieme romanzo e reportage giornalistico condotto sul filo di un’ironia disincantata e capace di svelare le ipocrisie e le assurdità di ogni potere… Tra tante traduzioni di fumetti in animazione questa di Persepolis si distingue per il suo valore di denuncia, strettamente abbinato a un’alta qualità di disegno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.