Ieri – Agotha Kristoff

copj13-aspTERZA PAGINA: Tobias Horvath è un emigrato, ogni suo giorno scorre nella quotidiana lentezzadell’abitudine e della ripetizione di gesti vuoti. Ha trascorso l’infanzianella miseria, all’ombra della madre che era la ladra, la mendicante, laprostituta del paese. Quando, tra i molti che vedeva entrare e uscire di casa,ha scoperto chi era suo padre, Tobias ha preso un lungo coltello e glielo ha affondato nella schiena.

CITAZIONE:

A volte mi domando se vivo per lavorare o se è il lavoro mi fa vivere.

E quale vita ?
Lavoro
Paga miserabile
Solitudine
Yolande
Ci sono migliaia di Yolande nel mondo
Belle e bionde, più o meno stupide
Se ne sceglie una e si fa con lei
Ma le Yolande non colmano la solitudine.

COMMENTO:
Fa male come un calcio sulle palle …
diretto …
freddo …
disperato …
delirante …

un capolavoro

Annunci

Rispondi