Certi Bambini – Diego De Silva

certi-bambiniD’estate, di domenica, c’è gente che compra le paste

Un affresco. delirante, della società contemporanea.
Mentre da un parte c’è il tran-tran quotidiano fatto di lavoro, di fatica, di spostamenti con i mezzi publici, di vicini insopportabile, di uomini e di donne che all’apparenza sembrano normali …. dall’altra … poi ….
nascosta un’altra realtà.
Quella dei tanti Rosario che adolescenti hanno già conosciuto “la faccia scura della vita”.
Adolescenti che rubano, violentano, uccidono.
Una vita quella di Rosario in bilico fra il bene e il male.
Fra le cure amorevoli alla nonna inferma e i furti, fra il volontariato a Villa Serena e l’omicidio a freddo.
La vita anormale di tanti adolescenti che si trovano a prendere decisioni senza la consapevolezza e sempre in bilico fra il bene e il male

Rosario non vi riguarda
Rosario vi piace

TERZA DI COPERTINA: osario, undici anni, un completino da calciatore nella borsa degli allenamenti, va a compiere la sua prima esecuzione di camorra al termine di un lungo tirocinio d’istruzione a uccidere. Tornando nel suo quartiere in metropolitana, ripercorre a ritroso le tappe più significative del cammino che lo ha portato fino a quel punto. E la storia di Rosario diventa il racconto di un mondo spaventoso che è il nostro mondo. De Silva racconta uno dei peggiori delitti che la criminalità contemporanea abbia scelto di commettere, il furto dell’infanzia.

Rispondi