L’arte di uccidere un uomo – Giaime Alonge

anabasi  Bel romanzo d’azione. Dopo il disfacimento dell Unione delle Republiche Socialiste Sovietiche molti ex-militari e spie delle nazioni del Patto di Varsavia si sono trovati a spasso.
In questo ambiente nascono le agenzie di “contractors” ovvero ex-militari che si re-inventano mercenari al soldo del miglior offerente (vecchi nemici spesso nuovi amici)
Questa è la storia di Sergej Orlov, novello Clearco, che viene assoldato da Rashid Ali (Ciro il Giovane) per detronizzare il fratello Amid (Artaserse II). La riscrittura della Anabasi di Senofonte in chiave moderna.

TERZA DI COPERTINA: Al crepuscolo del XX secolo, nella città «un tempo nota come Leningrado», l’ex colonnello dell’Armata Rossa Sergej Orlov, eroe dell’Afghanistan, sopravvive a se stesso e ai propri ricordi lavorando per una delle tante ditte di sicurezza private nate in Russia dopo il crollo del comunismo. Una nuova commessa lo porta in Iraq assieme a Peter Jennings, un ufficiale inglese passato ai sovietici alla fine degli anni Settanta. All’apparenza sembra una missione come un’altra, ma le cose prendono subito la piega sbagliata e per i mercenari comincia un lungo viaggio di ritorno in un territorio ostile.

Annunci

Rispondi