La voce del Violino – Camilleri

voce_violino   TERZA DI COPERTINA: Il commissario invece era di Catania, di nome faceva Salvo Montalbano, e quando voleva capire una cosa, la capiva. ” Quarta inchiesta per Salvo Montalbano, ‘il Maigret siciliano’ di stanza a Vigàta, “il centro più inventato della Sicilia più tipica”. Questa volta Montalbano deve trovare il colpevole dell’omicidio di una bella signora vigatese, assassinata nella sua villa. Ma i problemi di vita privata non sono meno spinosi per il commissario: c’è la questione del figlio adottivo e quella dell’eterna fidanzata Livia, che punta decisa al matrimonio…

MICRORECENSIONE
Leggere i romanzi su Montalbano significa entrare in punta di piedi cercando di non disturbare in un micrcosmo fatto di rapporti umani, di spirito di gruppo, di affetti e perché no di grandi mangiate.
Si respira l’aria e si annusano gli odori della sicilia di quando Cammilleri era ancora “nico”.
I personaggi crescono e sembrano quasi reali e ti aspetti di trovarli al bar mentre stai facendo colazione.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.