Il suggeritore – Donato Carrisi

suggeritore  TERZA DI COPERTINA: Qualcosa di sconvolgente è successo, qualcosa che richiede tutta l’abilità degli agenti della Squadra Speciale guidata dal criminologo Goran Gavila. Il loro è un nemico che sa assumere molte sembianze, che li mette costantemente alla prova in un’indagine in cui ogni male svelato porta con sé un messaggio. Ma, soprattutto, li costringe ad affacciarsi nel buio che ciascuno si porta dentro. È un gioco di incubi abilmente celati, una continua sfida. Sarà con l’arrivo di Mila Vasquez, un’investigatrice specializzata nella caccia alle persone scomparse, che gli inganni sembreranno cadere uno dopo l’altro, grazie anche al legame speciale che comincia a formarsi fra lei e il dottor Gavila. Ma un disegno oscuro è in atto, e ogni volta che la Squadra sembra riuscire a dare un nome al male, ne scopre un altro ancora più profondo…

MICRORECENSIONE:

Sembra di leggere la scenografia di un “potenziale” blockbuster hollywooddiano. C’è CSI, NCSI, ci sono tutti i personaggi che uno si aspetta di trovarci … investigatori tormentati da problemi sentimentali e/o alcolici, colpi di scena personaggi irreali ma così troppo vicini e simili alla realtà.

Se togliamo tutto questo rimane alla fine una lettura che ci mette (vuole ? DEVE ? ) di fronte alle nostre piccole o grandi zone di buio interiore.
Può da una azione malvagia uscire qualcosa di bello ?
Quanto, eticamente, ci possiamo spingere nel male per ottenere del bene ?

Rispondi