Finzioni – Jorge Luis Borges

Finzioni-Jorge-Luis-BorgesCon sollievo, con umiliazione, con terrore, comprese che era anche lui una parvenza, che un altro stava sognando

Se avete letto Bolano e vi è piaciuto non potete non leggere questo libro. Borges ha sicuramente influenzato il cileno. Se avete letto questo libro e vi è piaciuto leggete Bolano non vi deluderà.Non c’e bisogno di capire tutto quello che Borges racconta, io non l’ho fatto. Mi sono posto di fronte a questi racconti come mi pongo di fronte ad un quadro o ascoltando un opera di musica classica. Mi faccio trasportare dalle emozioni che mi trasmette.
Questo libro come tanti altri di sensazioni me ne hanno trasmesse tante. Questo è quello che mi basta per definirla un gran bella lettura

:Uscito in Argentina nel 1944 e tradotto da Franco Lucentini nel 1955, Finzioni è il libro che ha rivelato Borges in Italia, e che da allora ha acquistato anche da noi la statura di un classico contemporaneo. Diviso in due parti — Il giardino dei sentieri che si biforcano e Artifici — il volume è composto di racconti che di volta in volta sono fantastici, simbolisti, polizieschi, esoterici, tutti volti a creare una sorta di «enciclopedia illusoria» di cui Borges è il magistrale compilatore.

L’amore del bandito – Massimo Carlotto

Perché mi sono accorto all’improvviso che sono rimasto solo. E quando questa storia sarà finita e potrò ricominciare a vivere dovrò fare i conti con la solitudine

Fare conti con il proprio passato, con il proprio vissuto, con se stesso. Un bel romanzo Ilamore-del-banditoNCAZZATO e INCAZZOSO su come le cose quando cambiano lo fanno spesso solo in peggio.
Un bel, come ho letto da qualche parte, social-noir e sempre come ho letto da altre parti questo (che è il mio primo libro di Carlotto) è il meno riuscito … corro subito a cromprare gli altri.

Perché non sopporto più i maschi che passano sopra a tutto come elefanti in fuga e arrivati ai cinquanta iniziano a rompere i coglioni con le loro paturnie

TERZA DI COPERTINA 2004. Dall’Istituto di medicina legale di Padova spariscono 44 chili di droga pesante. Criminalità organizzata da un lato e forze dell’ordine dall’altro si scatenano. L’Alligatore riceve pressioni per indagare e scoprire l’identità dei responsabili del furto. L’investigatore senza licenza non ci sta ma a certa gente non basta dire di no. Due anni più tardi scompare Sylvie, la donna di Beniamino Rossini, la danzatrice del ventre franco-algerina che lui aveva conosciuto anni prima in un night del Nordest. Il vecchio gangster non si dà pace e la cerca ovunque. Ben presto l’Alligatore, Beniamino Rossini e Max la Memoria si ritrovano braccati da un nemico misterioso che li ricatta e li costringe a entrare in un gioco mortale. 2009. La storia non è ancora finita. E l’Alligatore e i suoi amici sono ancora in pericolo e attendono la prossima mossa del loro temibile avversario. Una storia di malavita, un noir in cui si intrecciano i destini dei vecchi e nuovi gangster in un mondo dove le regole di un tempo non esistono più. Solo il passato torna sempre a chiedere il conto.