Euridice aveva un cane – Michele Mari

Euridice aveva un caneTERZA DI COPERTINA

Paura e umorismo, un intreccio di invenzioni, finali inattesi e sarcastici caratterizzano questi racconti. Dopo i fondali gotici ed elisabettiani dei romanzi, i luoghi che fanno da sfondo ai racconti sono meno esotici, ma non meno inquietanti: un luogo di villeggiatura sul lago Maggiore, un collegio a Quarto dei Mille, tagli urbani gremiti di quei segnali che solo una furiosa paranoia riesce a decifrare.

MICRORECENSIONE

I palloni di Kurz sicuramente fra i migliori racconti italiani. Segnalo a mio gusto anche:
L’ora di Carrasco
La serietà delle serie
Il volto delle cose

Annunci

Rispondi