Joyland – Stephen King

images  TERZA DI COPERTINA
Estate 1973, Heavens Bay, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e con il cuore a pezzi, perché la sua ragazza lo ha tradito. Per dimenticare lei e guadagnare qualche dollaro, decide di accettare il lavoro in un luna park. Arrivato nel parco divertimenti, viene accolto da un colorito quanto bizzarro gruppo di personaggi: dalla stramba vedova Emmalina Shoplaw, che gli affitta una stanza, ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui e ben presto inseparabili amici; dall’ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre anche che il luogo nasconde un terribile segreto: nel Castello, infatti, è rimasto il fantasma di una ragazza uccisa macabramente quattro anni prima. E così, mentre si guadagna il magro stipendio intrattenendo i bambini con il suo costume da mascotte, Devin dovrà anche combattere il male che minaccia Heavens Bay. E difendere la donna della quale nel frattempo si è innamorato.

MICRORECENSIONE
mi ha lasciato un sentimento di nostalgia, lo stesso che mi lascia la visione di “Amici miei”.

6 pensieri su “Joyland – Stephen King”

  1. Di King ho letto nell’ ordine:

    Cell
    Joyland
    Christine la macchina infernale
    22/11/’63
    The Dome
    Ossessione
    Carrie
    Le notti di Salem
    Buick 8

    Sono state tutte e 9 delle bellissime esperienze, dei veri e propri viaggi all’ interno di un libro unico, di un mondo sconosciuto, di una mente geniale.
    E, come sempre succede alla fine di un bel viaggio, si é soddisfatti di come é andato, ma si é anche tristi, perché avremmo voluto prolungarlo per sempre.
    Ciò che apprezzo di più di King é l’ empatia che riesce a creare tra il lettore e i personaggi del romanzo. Ad esempio, mentre leggevo 22/11/’63 mi affezionavo profondamente non soltanto al protagonista, ma anche ai personaggi di contorno. E’ davvero un’ abilità non comune.
    Visto che abbiamo dei gusti letterari in comune, spero che questo mio post (in cui parlo anche di King) ti dia degli spunti per le tue letture future: http://wwayne.wordpress.com/2013/08/24/la-fine-di-un-altra-era/. : )

    Mi piace

  2. Se ti fermi a quella data ti perdi 3 capolavori assoluti come Buick 8, 22/11/’63 e The Dome. E soprattutto, dovrai sorbirti quella ciofeca gigantesca chiamata Il gioco di Gerald (uscito nel ’92), l’ unico libro di King che io abbia mollato per eccesso di noia. Ora che ci penso ho mollato anche La metà oscura, che però era mille volte meglio rispetto a Il gioco di Gerald.
    Se posso chiedertelo, perché hai scelto proprio il ’96 come terra di confine?

    Mi piace

  3. Non avevo mai letto niente di S. King e su un forum di lettori ho chiesto cosa mi consigliavano di eggere dopo … la maggior parte mi ha consigliato di leggere qualsiasi cosa prima del 96, Considerandolo il periodo migliore di S.King e poi dopo la produzione post 96 (facendo dei distinguo)

    Mi piace

  4. Anch’ io prendo in considerazione il parere di altri lettori quando sono indeciso su cosa leggere. Non vado nei forum, però: mi limito ad andare sulla pagina ibs del libro che mi interessa, e guardo la valutazione media che gli utenti del sito gli hanno dato. Grazie per le risposte! : )

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...