Furore . Steinbeck (Parte 1)

Il grande romanzo americano, tutto il cinema, la musica la letteratura venuta dopo ha un debito di riconoscenza verso questo romanzo non ci sono alternative.

Maledettamente attuale perchè parla di migranti, di umili che lasciano la propria terra per avventurarsi in mondo straniero, diverso dove in quanto migranti sono forza lavoro da sfruttare da una parte e elemento destabilizzante per quelli che il benessere lo hanno o credono di averlo.

Uno dei romanzi CULTO del 900 insieme, secondo il mio parere di lettore, a Viaggio al termine della notte di Celinè e La Vita Agra di Bianciardi.

Se voi, che possedete le cose che le masse hanno bisogno assoluto di detenere, poteste rendervi conto di questa realtà, allora sareste in grado di salvarvi. Se foste capaci di distinguere le cause dagli effetti, di persuadervi che Paine, Marx, Jefferson, Lenin furono effetti e non cause, allora potreste sopravvivere. Ma non ne siete assolutamente capaci. Perché il possesso vi congela in altrettanti “io” e vi aliena i “noi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...