Renzie e la vergogna di essere fiorentino

Non sono mai stato un Renziano e mai lo sarò, mi fa male che Matteo Renzi venga dalla stessa terra che ha avuto il coraggio di promulgare leggi innovative e democratiche prima di chiunque altro a questo mondo e invece di seguirne l’esempio e di dare diritti ne toglie ai lavoratori e li rende SCHIAVI della volontà del PADRONE

Nel 1250 Si risolve il problema del conflitto di interessi nelle costituzione cosidetta del “primo popolo” viene deciso che: Il Capitano del popolo deve essere scelto fuori Firenze (così non aveva interessi in città)
Nel 1503 con le cosiddetta Costituzione Livornina il Granduca di Toscana Ferdinando I garantiva a chiunque
Levantini, Ponentini, Spagnuoli, Portughesi, Grechi, Tedeschi, Italiani, Ebrei, Turchi, Mori, Armeni, Persiani, dicendo ad ognuno di essi salute.per il suo desiderio di accrescere l’animo a forestieri di venire a frequentare lor traffichi, merchantie nella sua diletta Città di Pisa e Porto e scalo di Livorno con habitarvi, sperandone habbia a resultare utile a tutta Italia, nostri sudditi e massime a poveri..
Tra gli aspetti più importanti, essa garantiva libertà di culto. essenzialmente per gli ebrei, di professione religiosa e politica, annullamento dei debiti e di altre condanne per almeno 25 anni, istituiva un regime doganale a vantaggio delle merci destinate all’esportazione ed assicurava la libertà di esercitare un qualsiasi mestiere, purché tenessero una casa a Pisa o a Livorno.

Nel 1786 con l’emanazione del nuovo codice penalo toscano firmato dal Granduca Pietro Leopoldo viene eliminata la pena di morte

Nel 1853 con l’emanazione del Nuovo Codice Penale promulgato da Leopoldo II nel 1853, e considerato il più “moderno” dei codici preunitari, non si prevedono pene specifiche contro gli atti omosessuali (si veda libro II, tit. VI, capo III, “Dei delitti conto il pudore”, pp. 102-103). I delitti legati all’omosessualità vengono puniti allo stesso titolo di quelli legati all’eterosessualità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...