After Dark – Haruki Murakami

Un giovane jazzista,un esperto informatico,un prostituta cinese picchiata da un cliente,la manager di un love hotel che fugge da chissà quale mistero,una ventunenenne bellissima che vegeta in uno stato semicomatoso…scappa,fugge anch’ella da qualcosa…
Tutto in una notte, tante vite che si incrociano non si incontrano ma concorrono a creare la storia di quella notte.

Deframmento Ergo Sum

Secondo un nuovo studio “l’attività notturna di riorganizzazione delle connessioni fra neuroni non serve solo a liberare il cervello dalle esperienze inutili, a renderlo quindi più agile e leggero.”

Se non ho capito male, in poche parole, io la notte deframmento il cervello?
Ma soprattutto, con quale FileSystem me l’avranno partizionato quando sono nato?

Buongiorno dal Caffè de la Paix

Ci si risveglia ancora in questo corpo attuale
dopo aver viaggiato dentro il sonno.
L’inconscio ci comunica coi sogni
frammenti di verità sepolte:
quando fui donna o prete di campagna
un mercenario o un padre di famiglia.

Per questo in sogno ci si vede un pò diversi
e luoghi sconosciuti sono familiari.
Restano i nomi e cambiano le facce
e l’incontrario: tutto può accadere.
Com’era contagioso e nuovo il cielo….
e c’era qualche cosa in più nell’aria.

Vieni a prendere un tè
al “Caffè de la Paix”?
su vieni con me.

Devo difendermi da insidie velenose
e cerco di inseguire il sacro quando dormo
volando indietro in epoche passate
in cortili,in primavera.
Le sabbie colorate di un deserto
le rive trasparenti dei ruscelli.

Vieni a prendere un tè
al “Caffè de la Paix”?
su vieni con me.

Ancora oggi, le renne della tundra
trasportano tribù di nomadi
che percorrono migliaia di chilometri in un anno…
E a vederli mi sembrano felici,
ti sembrano felici?