Tutti i colori del mondo – Giovanni Montanaro

9788807018886_quartaUn libro sull’identità e sul destino nella nostra vita.
Se il nascere in determinate circostanze o in ambiente familiare particolare influisce cosi tanto sulla percezione del nostro io e della ricerca che giornalmente facciamo per trovarlo, chi altri poteva prenderci per mano e accompagnarci in questa ricerca se non Vincent Van Gogh che con i suoi oltre 40 autoritratti ha cercato tutta la vita il suo centro di gravità permanente.

TERZA DI COPERTINA

1881, Gheel, anche conosciuto come “il paese dei matti”. Teresa Senzasogni non è pazza, ma come tale è stata registrata per poter godere, come è uso in quel villaggio fiammingo, dell’ospitalità della famiglia Vanheim. Un giorno avrà una dote e sposerà il suo Icarus, che le racconta le ingiustizie del mondo. Ma poi arriva un nuovo ospite, un vagabondo rosso di capelli, schivo, rude, gli occhi accesi da una febbre sconosciuta, e Teresa sembra riconoscere in lui un destino incompiuto: diventerà un pittore – lei lo sa, lei lo sente –, troverà nei colori una strada universale. Quando la “profezia” si avvera sono passati una decina d’anni e molto è accaduto, a Teresa e a Vincent van Gogh. Teresa scrive al caro signor Van Gogh perché si ricordi, perché la aiuti a mettere ordine nel disordine, speranza nella disperazione, amore nel disamore e colore nel grigio. Lui, in verità, è l’unico vero amore di tutta la sua vita. E come tutti gli amori è pieno di luce e di futuro.

L’odore salmastro dei fossi – Diego Collaveri

Un ispettore di polizia al quale è morta la moglie per mano della malavita. Una figlia che non lo vuole più vedere perchè lo 565-thickbox_defaultritiene responsabile della morte della madre. Una Livorno nottura popolata di fantasmi che non fanno dimenticare il passato.

Come in tutte le citta portuali anche Livorno non è immune da quel sotobosco criminale che Sfrutta le falle di sicurezza per sfruttare l’immigrazione di clandestini.

Narrativa di genere, nel senso che vi si trova tutto quello che ci si aspetta di trovare in un poliziesco.

Fatte le debite proporzioni fra Los Angeles e Livorno e il fatto che il libro di Colleveri è un opera prima in aluni momenti ho assaporato i profumi e i sapori di un maestro del poliziesco “Police provedural” americano … Joseph Wanbaughn

Comunque un Livornese che non mette un: DE BOIA DE ogni du’ parole … questo per dire che forse questi personaggi sarebbe bello geolocalizzarli di più.

Diario – Anna Frank

Copia di NZODiciamo subito cosa questo libro non è:

Non è un libro sulla II Guerra Mondiale. Non è un libro sulla Shoa. Non è un libro triste e palloso.

È’ semplicemente il diario di una bambina che ha la sfortuna di vivere i suoi 13/14 e parte dei suoi 15 anni durante l’occupazione nazista dell’olanda in un alloggio segreto.

Anna confida a Kitty (il nome che da al diario) io suoi pensieri, la sua vita da segregata, i suoi rapporti con i genitori, con la sorella e con gli estranei con la quale è obbligata a convivere.

Si ci sono anche raccontate le speranze, le discussioni sulla liberazione dopo lo sbarco in Normandia … ci parla tanto del futuro, del suo, che Anna vede da donna emancipata, parla dellla voglia di studiare, di visitare il mondo, di essere una donna indipendente. In quel periodo IMG_3130diventa donna ed ha i primi turbamenti adolescenziali le prime pulsioni erotiche e anche quelle le racconta a Kitty. L’affetto e il primo bacio a Peter.

L’ultimo giorno è il 1 Agosto 1944 … l’4 agosto fra le 10 e le 11 un manipolo di SS insieme ad alcuni collaboratori olandese vanno a cercare i rifugiati in Prinsengracht 263.

In questa nuova edizione oltre ad essere presenti tutte quelle parti censurate dal padre presente anche un apparato storico interessante a cura di Frediano Sessi

Le cose che potrebbe fare la scuola per crescere giovani lettori

– Le scuole devono essere fornite di biblioteche dove i ragazzi possono andare da soli o con i compagni e l’insegnante a spulciare tra gli scaffali, scegliersi un libro, leggere liberamente. Se si trattasse anche di un’ora sola a settimana, creerebbe comunque una piccola abitudine, regalando un momento di pausa dal mondo e dal bisogno […]

https://giuseppeciccia.wordpress.com/2015/08/20/le-cose-che-potrebbe-fare-la-scuola-per-crescere-giovani-lettori/

TUGS – Europa Minor

Il ritorno del ProgRock

cover_5245152272013_rDodici brani intrisi del buon prog degli anni 60 con influenze proveniente da PFM, BMS, Angelo Branduardi e Fabrizio De André.
Dodici brani che ripercorrono in maniera anche critica e polemica la costruzione dell’Europa. Europa che non è solo economica e finanziaria, ma soprattutto letteratura, pittura, danza e musica. L’iniziale WATERLOO ci riporta alla famosa battaglia e il suo intercedere musicale ci fa immaginari i cavalli scalpitanti sul campi di battaglia e l’incedere dei battaglioni nella campagna belga. La finale NANOU invece ci porta nel 1943 dove Nanou viene salvata, apparentemente, dalla morte.
Passando per la SanPietroburgo di Gogol, Dostoevsky e di Pietro il Grande e per la grande rivoluzione che porta la borghesia a prendere definitivamente il posto della nobiltà. (Il quarto stato l’ha sempre preso in culo)

Il rimedio è la povertà ? il consumo compulsivo sicuramente NO !

Leggo e vedo ultimamente tanti post dove il succo è:
L’uomo è il cancro di questo pianeta … Estinguiamoci… E via dicendo.
Bene iniziate a spararvi un bel colpo in testa da soli.

Le guerre, le deforestazioni, l’abuso delle risorse naturali, le trivellazioni per la ricerca di gas e petrolio non la fanno solamente le grandi compagnie e gli eserciti … Ma anche chi vuole sempre l’ultima cosa uscita sul mercato, il vestito, la tv, il cellulare, la macchina, la vacanza … E per averle o produrle occorre per forza depredare qualcuno/qualcosa.
Siamo onesti con noi stessi e non diamo sempre e solo le colpe agli altri. NOI siamo parte del problema, anzi siamo il PROBLEMA. La soluzione volere meno, desiderare meno, acquistare meno, gettare via meno.

OTTIMA LETTURA CONSIGLIATA

Il senso del ridicolo – Livorno 2015

Tre giorni di incontri, letture ed eventi sul tema dell’umorismo.

VENERDI 25 SETTEMBRE

17:30 Piazza del Luogo Pio Maurizio Bettini RIDERE DEGLI DEI – Ingresso Gratuito
19:00 Sala degli Archi Momenti di trascurabile (in)felicità – Reading di e con F. Piccolo – Ingresso 3€
21:30 Piazza del Luogo Pio Estenuanze Alessandro Bergonzoni – Ingresso 3€

SABATO 26 SETTEMBRE

10:30 Sala degli Archi Giulia Addazzi Twitz: nuovi veicoli di ironia – Ingresso 3€
12:30 Piazza del Luogo Pio Carlo Freccero Le Dètournement: Il riso della politica – Ingresso 3€
15:30 Sala degli Archi Annalena Benini Prenderla sul ridere – Ingresso 3€
17:30 Sala degli Archi Mariarosa Mancuso Ridere di Cinema – Ingresso 3 €
19:00 Sala degli Archi Francesco Cavalluccio L’umorismo ebraico – Ingresso 3 €
21:00 Piazza del Luogo Pio Gioele Dix e Sara Chiarori Da Caino a Abele ai Fratelli Marx – Ingresso 3€

DOMENICA 27 SETTEMBRE

10:30 Piazza del Luogo Pio Gioele Dix e Stefano Bartezzaghi Un altro che dà fastidio – Ingresso 3€
12:30 Piazza del Luogo Pio Enrico Mentana Il ridicolo della politica/1 – Ingresso 3€
15:30 Piazza del Luogo Pio Sergio Staino e M. Wolinski Il ridicolo della politica/2 – Ingresso 3€
16:30 Teatro Vertigo Teatro Sotterraneo Homo Ridens_Livorno – Ingresso 3 €
18:00 Sala degli Archi Maria Cassi Conferenza buffa sul Galateo e l’Umanità – Ingresso 3 €
19:30 Camera di Commercio Gianni Canova Incontro con Maccio Capatonda – Ingresso 3€
21:00 Camera di Commercio Proiezione del Film Italiano Medio – Ingresso gratuito

LE MOSTRE

FORTEZZA VECCHIA

IL VERNACOLIERE . Ridere è libertà

BOTTEGA DEL CAFFE’
Nessuno resterà all’asciutto 
Le più belle pistole ad acqua della collezione Del Prato

BIGLIETTI ON LINE su IL SENSO DEL RIDICOLO

Appunti disordinati di viaggio AMSTERDAM agosto 2015

06/08/2015 GIOVEDI
Arrivo nel tardo pomeriggio , sistemazione in Hotel e giro di perlustrazione delle vicinanze

07/08/2015 VENERDI
Colazione presso BAKKERIJ SIMONE MEJSSEN di strada fra l’albergo e la zona dei Musei
Ottima pasticceria da consigliare se pernottate nella zona del Musei, Vondelpark, Leidesplein

Visita al Rijksmuseum
Costo biglietti 17,50 € consiglio di prenotare on-line
Visita immancabile per godersi i quadri di Rembrandt e di Vermeer.

Cena presso il SEAFOOD BAR nel Quartiere di SPUI
Consigliato agli amanti del pesce. Prezzi nella media di Amsterdam. Personale disponibile, giovane e simpatico.

Prenotazione OnLine per la visita al Van Gogh Museum
08/08/2015 SABATO
Mattina passato sul Museumplein e visita al giardino del Rijksmuseum
Alle 14:00 ingresso al VAN GOGH MUSEUM per coronare un sogno.
La visita al museo dura non meno di 5h.
Serata a vagabondare fra i canali della città vecchia e Red Light Zone

09/08/2015 DOMENICA
Gita in battello sui canali
Visita alla casa di Anna Frank imperdibile per la memoria e le emozioni che trasmette.
Vagabondaggio nel quartire Joordan

10/08/2015 Lunedì
Visita al mercatino in zona De Pijp
Rembrandtplein – Mercato delle pulci a Waterlooplein – Vondelpark
con gli immancabili canali … e il mercato dei fiori sul canale SINGEL.

11/08/2015 MARTEDI’
Partenza verso Schipol e arrivo nel primo pomeriggio a Pisa

Può sembrare strano, ma non abbiamo mai visitato nessun CoffèShop e non siamo mai stati fermati da nessuno che ci ha offerto droghe varie.

Cielo di polvere – Tom Cooper

4231f869bccdd154219adab131a335a9Terza di copertina 

Che ci fa un uomo, con un metal detector in pugno e una protesi arrugginita al posto dell’altro braccio, immerso fino al ginocchio nelle acque limacciose del bayou? E chi sono i due tipi dallo sguardo feroce che, fucile alla mano, seguono sospettosi ogni sua mossa? Per scoprirlo dovrete leggere questa storia. E addentrarvi nel paesaggio seducente e disfatto di Jeanette, oscuro paesino della Louisiana che gli elementi corrodono pezzo per pezzo, asse per asse, baracca dopo fatiscente baracca. Perché negli splendidi luoghi colpiti a morte dalla furia dell’uragano Katrina, il presente ha il colore incerto della palude avvelenata dal greggio e il futuro è una partita persa in partenza. Ma da queste parti anche arrendersi è diventato un lusso per pochi: lo sa bene il vecchio Lindquist, che da anni si danna per ritrovare un antico tesoro e intanto ingolla analgesici come fossero caramelle. E lo sa anche Wes Trench, giovane caparbio e fragile con il bayou dentro al sangue e nel destino. Lo sanno Cosgrove e Hanson, bizzarro duo di delinquenti da poco, uniti solo dalla volontà di giocarsi il tutto per tutto. In un crescendo di colpi di scena, un pugno di personaggi irresistibili si incontra e si scontra alla ricerca di un riscatto impossibile. Alla fine, solo uno emergerà vincitore dalle acque insidiose del bayou e della vita.

MICRORECENSIONE:
In un piccolo paese della Louisiana dopo il passaggio di Katrina nel 2005 e il disastro ambientale della piattaforma petrolifera DEEPWATER la vita in questa parte di mondo cerca con mille difficoltà di ripartire con uno sguardo al passato e al ritrovare le cose perse e al futuro fatto del lavoro di pescatori di gamberi. Tante storie che si intrecciano per diventare e raccontare una storia sola. La storia di una comunità che cerca di ripartire.

Hotel Alexander – Amsterdam

Pro e contro di questo Hotel nel quale abbiamo soggiornato dal 6 al 11 Agosto 2015.
Posizione ottima. Vicino ai Musei più importanti da vedere Van Gogh e Rijksmuseum. Vicino ad uno dei parchi più belli il Vondelpark. Vicino a Leidsplein una della piazze simbolo della vita notturna cittadina e altrettanto importante vicino alla cerchia dei canali. Collegato con la stazione centrale da 3 linee di TRAM 1/2/5 e a Schipol con la linea 197.

Abbiamo soggiornato presso la Camera 17
Camera piccola non è presente nessun armadio e gli indumenti devono, per forza, rimanere nelle valigie. Alle 6:30 il sole entra in camera rendendo quasi impossibile dormire .. a causa di un errato posizionamento del braccio a muro della televisione che rende impossibile chiudere le tende. Mancanza del bidet e anche le doccia non è stata il massimo. Durante la notte capitava che i vetri vibrassero per ore. Prezzo elevato per lo standard dell’albergo e anche per il fatto che non viene offerta la colazione (a parte 10€ a persona). La spesa che abbiamo sostenuto è di 845€ per una doppia 5 Notti.

Gentilissima la ragazza spagnola che ci ha accolto all’arrivo.

  • Ha soggiornato in Agosto 2015