I diabolici – Boileau e Narcejac

_i-diabolici-1423583233I bei gialli di una volta verrebbe da esclamare dopo aver terminato questo.
Boileau e Narcejac sono gli stessi autori che hanno scritto per Hitchcock la sceneggiatura de “La donna che visse due volte”.

Sembra il solito triangolo amoroso come in tante altre storie raccontante in tanti altri libri, ma … qui le figure di vittima e carnefice spesso si confondono e ribaltano e nel frattempo  “Mirelle sta stirando un paio di mutande”

 

TERZA DI COPERTINA
«Una sorta di interminabile attacco di cuore»: così è stato definito I diabolici, che – unanimemente considerato un classico della letteratura noir – non ha perso un grammo del suo torbido fascino. Nei Diabolici compaiono per la prima volta alcuni dei marchi di fabbrica della sterminata, formidabile produzione di Boileau e Narcejac: lo schema triangolare, l’am­bienta­zio­ne provinciale e piccoloborghese, il motivo del colpevole tormentato dal rimorso e dalla paura, la contiguità fra innocenza e colpa; e soprattutto l’inversione dei ruo­li: in un’autentica spirale di orrore, l’as­sassino si trasforma in una vittima braccata da «colei che non c’è più» – la donna che sa di aver ucciso.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.