Vivere in tempo di guerra – Le Teste Parlanti

Ho sentito dire di un furgone pieno di armi
caricato e pronto a partire
Ho sentito dire di fosse comuni vicino all’autostrada,
in un posto che nessuno sa dove
Rombi di cannonate lontane,
ora mi ci sto abituando
Ho vissuto in una casa elegante*, ho vissuto in un ghetto,
ho vissuto dovunque in questa città

Questa non è una festa, non è una discoteca,
non è cazzeggiare in giro,
Non c’è tempo per ballare o pomiciare,
non ci ho tempo per questo, ora

Trasmettete il messaggio, a chi lo riceve,
spero che un giorno qualcuno risponda
Ho tre passaporti e un paio di visti,
non sapete nemmeno il mio vero nome
Su, su una collina, i camion stanno caricando
tutto è pronto per andar via
Dormo di giorno, lavoro di notte
potrei non tornare mai a casa

Questa non è una festa, non è una discoteca,
non è cazzeggiare in giro,
Non è il Mudd Club o il CBGB,
non ci ho tempo per questo, ora

Hai sentito di Houston? Hai sentito di Detroit?
Hai sentito di Pittsburgh, P.A.?
Eppure lo sai che non devi stare alla finestra,
qualcuno ti potrebbe vedere
Ho un po’ di schifezze e burro di arachidi
per andarci avanti un paio di giorni,
Ma non ho microfoni, non ho cuffie
non ho dischi da suonare
Perché stare al college? Perché andare alla scuola serale?
Stavolta sarà differente
Non posso scrivere una lettera o spedire una cartolina,
non posso scrivere proprio un bel niente

Questa non è una festa, non è una discoteca,
non è cazzeggiare in giro,
Vorrei baciarti, vorrei stringerti
ma non ci ho tempo per questo, ora

Traffico incasinato, ho passato il blocco stradale
e ci siamo mescolati alla folla
abbiamo il computer, stiamo intasando le linee
e lo so che questo non è permesso
Ci vestiamo da studenti, ci vestiamo da casalinghe
oppure in giacca e cravatta
Ho cambiato pettinatura talmente spesso
che ora non so più cosa sembro!
Mi fai tremare, mi sento così tenero,
siamo davvero una bel gruppetto
Non ti stancare troppo, guido un po’ io,
dovresti dormire un pochino
Eccoti le istruzioni, segui le indicazioni
e poi devi cambiare indirizzo
Forse domani, forse domani l’altro
qualunque cosa pensi è la migliore
Ho bruciato tutti i miei quaderni, a cosa
servono i quaderni? Non mi aiuteranno a sopravvivere
Mi brucia il petto, brucia come una fornace
e il bruciore mi tiene vivo
Cerco di stare bene, allenamento fisico,
non voglio beccarmi una malattia
Cerca di stare attenta, di non correre rischi,
e stai attenta a quello che dici

Trad. di R. Venturi (da Canzoni contro la guerra)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...