Il delitto del Conte Neville – Amélie Nothomb

556_20160212143956
Dopo averci raccontato per filo e per segno la sua vita in Giappone, le sue difficoltà di ambientazione  i suoi amori e le sue esperienze professionali la Nothomb adesso inizia a raccontarci la sua adolescenza al ritorno in Belgio. La Nothomb nasce in una delle famiglie nobili che danno origine al Regno del Belgio. La sua famiglia porta in dote quella che viene chiamata la Lorena belga. Raccontandoci la storia di Sèrieuse e del suo rapporto con il padre Amelié ci racconta il suo rapporto con il padre. Padre che oltre che essere discendente di una delle famiglie più importanti ha rivestito per tanti anni l’incarico di ambasciatore belga. Il padre delle Nothomb cosi come il Conte Nevile nascono e crescono in una societa dove tra preservare il castello o un figlio la scelta andava verso il patrimonio e la rispettabilità sociale era un valore supremo.

TERZA DI COPERTINA

Se non aveva mai commesso niente di indegno, non aveva neanche commesso niente di insigne.”

Il conte Neville, aristocratico belga decaduto, è costretto a vendere il suo magnifico castello nelle Ardenne. Prima di uscire di scena, per celebrare l’onore della famiglia, decide di organizzare una lussuosissima festa di addio. Ma nei giorni che precedono l’evento Sérieuse, la sua figlia più giovane, fugge di casa e si nasconde nella foresta. A trovarla è una misteriosa chiaroveggente e sarà costei, dopo aver avvertito il conte del ritrovamento della ragazza, a fargli una spaventosa profezia: “Durante il ricevimento, lei ucciderà un invitato.” Il conte Neville, ossessionato da queste parole, dovrà trovare un modo per sfuggire al suo tragico destino. Riprendendo Oscar Wilde e la tragedia greca Amélie Nothomb gioca con la letteratura e con l’intelligenza dei lettori, fornendo come al solito una sua personale versione dei miti.

 

2 pensieri su “Il delitto del Conte Neville – Amélie Nothomb”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...