Le mie rivoluzioni – Hari Kunzru (Trad. Andrea Sirotti)

Layout 1Arriva un momento nella vita di ognuno di noi nel quale siamo costretti a fare i conti con il nostro passato. Momento nel quale gli scheletri che avevamo, o che credevamo di aver, chiuso in un armadio si presentano a chiedere il saldo delle emozioni.

Un romanzo sulle doppia identità, sulle aspirazioni e sulle utopie di quando giovani pensiamo di poter cambiare il mondo e poi con il passare dell’età, spesso, ci accorgiamo che il mondo ha cambiato noi. … Facendoci, a volte, dimenticare gli ideali della gioventù.

TERZA DI COPERTINA

Michael Frame osserva i preparativi per la festa del suo cinquantesimo compleanno: un quadretto di assoluta serenità famigliare che nulla sembra in grado di scalfire. Non fosse che Michael non si chiama Michael, oggi non è il suo compleanno e nessuna fuga è per sempre.
«Michael» incomincia a capirlo quando nella sua seconda vita ritornano Miles, un ex compagno di lotte intenzionato a coinvolgerlo in un piano molto diverso da quelli della loro gioventù, e Anna, la donna che aveva amato e di cui era certo di aver visto il cadavere.
Con l’educazione sentimentale e politica di uno studente che, per fedeltà ai propri ideali, sceglie il terrorismo, Hari Kunzru racconta i compromessi, le delusioni, le inesauribili utopie di ogni generazione.

Annunci

Rispondi