La carne, l’acciaio e il vapore – Valerio Amidei

cop_la carne, l'acciaio e il vapore.inddAPPUNTI DISORDINATI DI LETTURA

Primo volume di una serie chiamata “L’ingranaggio”. Acquistato al Labronicon di questo ultimo settembre 2016 …. con dedica.
Impossibile raccontare la trama per il pericolo di spoilerare, quindi dovete accontentarvi della terza di copertina. Progetto interessante che si pone a metà strada fra i generi steampunk ucronico e un romanzo distopico. Una Firenze del futuro che tenta di vivere dopo la grande ecatombe e un mondo che sta andando lentamente alla deriva.

TERZA DI COPERTINA
Seconda metà del XXI secolo. Abbattimento delle nascite. Impennata della mortalità. Popolazione mondiale inferiore a duecento milioni di individui, raccolti in piccole comunità completamente isolate. Il crollo tecnologico e la carenza di forza lavoro hanno infranto l’ultimo tabù: rianimare i cadaveri per farne degli automi. Una Firenze steampunk, postapocalittica, dalle tinte horror. Meccanica di precisione, marchingegni a vapore, morti rianimati. Un mondo nuovamente vasto, misterioso e oscuro. “La carne, l’acciaio e il vapore” è una raccolta di racconti attraverso cui scorre un romanzo. Storie intrecciate si inseguono fra i diversi titoli, delineando un mondo andato meravigliosamente alla deriva.

Rispondi