Il Porto delle nebbie – Georges Simenon

ee8a39bf88fb641bff46b5da60ded1ca_w600_h_mw_mh_cs_cx_cy
APPUNTI DISORDINATI DI LETTURA
La cosa che si nota di più nella lettura di questo libro è la continua e ossessiva presenza di nebbia e di questa atmosfera fosca che rende le persone che vi abitano ritrose e omertose fino all’inverosimile ….Ecco mi fa venire in mente i fatti di Gorino e Willy Branchi

TERZA DI COPERTINA
Un uomo di una cinquantina d’anni viene fermato sui Grands Boulevards mentresi aggira in preda al panico fra autobus e macchine. Non ha documenti e daisuoi abiti sono state strappate le etichette. Non riesce a parlare. Qualchemese prima una pallottola gli ha spaccato il cranio, trasformandolo in unafigura senza identità e senza memoria. In compagnia di questa muta silhouette,il commissario Maigret si immergerà nelle nebbie silenziose di Ouistreham, persciogliere un enigma che ha la stessa cangiante apparenza del brumoso paesaggio normanno: “Alcuni istanti prima tutto sembrava morto, deserto. E adessoMaigret, che cammina lungo la chiusa, si accorge che la nebbia pullula di forme umane… Più avanza e più quell’universo di nebbia si popola.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...