Anna – Niccolò Ammaniti

1443772889_www-mondadoristore
Stephen King che si mescola a “Noah” di Fitzek che si mescola al Signore delle Mosche mentre strizza l’occhio a Landsdale ma anche al Giardino di cemento di Mc Ewan. Ma vengono a mente anche film come “The beach”. Non c è scena in questo libro che non rimandi a qualcos’altro di già “visto” o letto e infatti il libro ha un finale aperto. Quello che conta per Amanniti è tratteggiare il legame sanguigno della protagonista con la vita e il fratello. Circondati dalla morte (la Rossa) che colpisce solo dall’adolescenza in poi, Anna e il fratello avanzano in in mondo apocalittico, un po’ come i giovani del Decameron. L’unica cosa che salva l’uomo è restare umano.. E Anna i suoi “tesori” li ghermisce stretti.

TERZA DI COPERTINA
In una Sicilia diventata un’immensa rovina, una tredicenne cocciuta e coraggiosa parte alla ricerca del fratellino rapito. Fra campi arsi e boschi misteriosi, ruderi di centri commerciali e città abbandonate, fra i grandi spazi deserti di un’isola riconquistata dalla natura e selvagge comunità di sopravvissuti, Anna ha come guida il quaderno che le ha lasciato la mamma con le istruzioni per farcela. E giorno dopo giorno scopre che le regole del passato non valgono più, dovrà inventarne di nuove. Una luce che si accende nel buio e allarga il suo raggio per rivelare le incertezze, gli slanci del cuore e la potenza incontrollabile della vita. Perché, come scopre Anna, la «vita non ci appartiene, ci attraversa».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...