Il lago – Banana Yoshimoto

6247790_408187APPUNTI DISORDINATI DI LETTURA
I due protagonisti del libri una ragazza, Chihiro,  30 aspirante pittrice e un giovane, Nakajima, ricercatore di medicina compiono, durante la svolgersi degli avvenimenti narrati nel romanzo, un percorso che li porta da una parte ad una maggiore consapevolezza dell essere VIVI e dell essere innamorati. Insieme fanno un percorso parallelo che li porterà da un passato troppo presente e ingombrante a pensare alla possibilità di realizzare un futuro.

Importanti, alla fine della narrazione,  i due fratelli Mino e Chii che vivono in un luogo surreale … IL LAGO … un luogo fantasma, pieno di fantasmi che richiamano un passato
ancora troppo presente. Personaggi che possono sembrare minori, ma che attraverso la loro presenza/assenza segnano in maniera indelebile la storia di Chihiro e Nakajima

TERZA DI COPERTINA
Chihiro ha perso da poco la madre e sta cercando di rifarsi una vita a Tokyo, lontano dalla cittadina di provincia a cui la legano brutti ricordi. Nakajima è tormentato da un passato misterioso che gli impedisce di vivere fino in fondo i propri sentimenti. Mino e Chii vivono in una casa nei pressi di un lago, un luogo fuori dal tempo e dallo spazio. Il lago è uno dei migliori e più sorprendenti romanzi di Banana Yoshimoto, poetico e inquietante, racconta una storia d’amore inusuale, dove il bisogno di affetto  e comprensione diventano più importanti dei tradizionali cliché di una relazione.

Annunci

Agenda Letteraria 15 Luglio

1871 nasce a Roma : Ugo Ojetti

È un dimenticato, Ojetti, come in questo Paese lo sono quasi tutti coloro che valgono. Se io dirigessi una scuola di giornalismo, renderei obbligatori per i miei allievi i testi di tre Maestri: Barzini, per il grande reportage; Mussolini (non trasalire!), quello dell’Avanti! e del primo Popolo d’Italia, per l’editoriale politico; e Ojetti, per il ritratto e l’articolo di arte e di cultura. (Indro Montanelli)