Il Pipistrello – Jo Nesbo


Con “Il Pipistrello” inizia la serie di romanzi che vede protagonista Harry Hole.
Come in tutti i noir la cosa principale, secondo il mio parere da lettore, è la caratterizzazione del personaggio e Nesbo ci riesce bene con Harry “Holy” Hole.
L’ambientazione australiana da quel di più grazie al ricorrere alle leggende e all’eco di quella saggezza popolare degli antichi popoli autoctoni.

Una ragazza norvegese di poco più di vent’anni è stata uccisa a Sydney. L’ispettore Harry Hole della squadra Anticrimine di Oslo viene mandato in Australia per collaborare con la polizia locale e in particolare con Andrew Kensington, un investigatore di origini aborigene tanto acuto quanto misterioso. L’inchiesta si rivela subito complessa: l’omicidio della ragazza non è un caso isolato ma, probabilmente, l’ultimo anello di una lunga catena, e lo scenario in cui l’assassino agisce si allarga fino a comprendere fosche storie di droga e sesso. Un quadro a tinte così forti che Harry quasi vede proiettarsi sulle indagini l’ombra minacciosa di alcune figure della mitologia aborigena. In particolare quella di Narahdarn, il pipistrello che reca la morte nel mondo.

NZO

Annunci

4 thoughts on “Il Pipistrello – Jo Nesbo”

  1. Direi che forse l’indagine così capillare di Harry Hole convince più della “soluzione” in sé…alla fine tutte queste piste paiono egualmente plausibili!

Rispondi