Ricordi di un sabato in libreria con autore

Ieri con Marco Vozzolo abbiamo parlato di tante cose … di quanto ci saebbe mancato non vedere Tiz, entrare in libreria, delle proprie scelte profesionali, delle nostre vite sempre in giro per l’italia e il Comune amore per Livorno (io fiorentino trapiantato a Ferrara e lui latinense trapiantao a pistoia) e della comune volontà di andarci a vivere.

Abbiamo parlato di lavori, di passioni .. di come una passione può diventare un lavoro.
Libri e vini ….. stanotte, insonne per paura chela sveglua suonasse all’ora sbagliata, ho pensato a come vorrei che fosse la MIA libreria.

Intanto dovrebbe stare vicino al mare e poi dovrebbe assomigliare il più possibile ad un presidio slow food … insomma un libreria dove autori, lettori, editori si incontrano e dove la curiosità di scoprire la fa da padrona.
Sessioni di lettura, assaggi di libri ..cibo per la mente e per il cuore.
Una libreria specializzata solo ed esclusivamente in letteratura …. dove al posto dei best seller (dove non occorre ne essere dei librai e ne dei grandi venditori per fare i numeri) si piantano semi di frutti sconosciuti che poco spazio hanno nelle grandi catene e punto nella grande distribuzione.

Abbinando degustazioni di biscotti, thè, vini che amplifichino il piacere della lettura e dell’ascolto.

Poi la sveglia ha suonato ……

Annunci

Rispondi