Nero Ferrarese – Lorenzo Mazzoni

Malatesta_indagini_di_uno_sbirro_anarchico_vol_1_Nero_Ferrarese_Lorenzo_Mazzoni_ebook_Koi_PressLa prima cosa che mi è saltata subito all’occhio è il parallelismo che si può fare fra Pietro Malatesta e Michele Balistreri (Tu sei il male di Roberto Costantini). Ambedue gli investigatori provengono da una storia da picchiatori .. il primo nelle file dei tifosi della S.P.A.L. e con simpatie anarchiche il secondo nei gruppuscoli dell’estrema destra.
Ambedue poco politically correct.
Balistreri nasce nel 2011 con la pubblicazione di TU SEI IL MALE, mentre Pietro Malatesta (che cita Errico Malatesta) nasce nel 2007 e quindi può essere considerato l’archetipo del investigatore politicamente (s)corretto.

Ambientato in una Ferrara intorno al 2010 (lo si deduce dal fatto che Federico Ald

 

rovandi sia già assurto alle cronache italiane) .. non ci parla però di quella Ferrara (anche se i luoghi sono reali e tutti visitabili … ad esclusione del centro Sociale Dazdramir che nel 2008 ha lasciato il posto al Teatro Off).

Sarà che l’ho letto intorno al 12 Dicembre, ma tutti i fatti narrati mi hanno fatto tornare in mente quell’italia dove dopo le stragi del 12 si decise che i responsabili venivano per forza da Sinistra e dalla area della anarchia … il Commissario ferrarese con la sua ostinazione a ricercare solo in una direzione i colpevoli mi ha fatto tornare alla mente Marcello Guida questore di Milano (ex Direttore della Colonia di Confino Politico di Ventotene durante il fascismo) la notte del “volo” di Pinelli da una finestra della questura milanese.
Si legge in un paio di ore e non cambierà la storia della letteratura noir italiana.
A me è piaciuto e mi ha fatto venire la voglia di leggerne altri di libri di questo ispettore e poi, diciamocelo, era gratis su Kobo.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.