Nicotina – Nell Zink

Ho adorato l’inizio di questo libro. La storia della morte di Norm e il dolore della figlia Penny mi aveva emozionato e mi aspettavo così tanto da questo libro capace di inizio così travolgente.  Poi tutto cambia quando lei va a “Nicotina”. Probabilmente è un fatto generazionale oppure il mio non essere alla moda-hipster-mondano-americano che mi ha fatto perdere. Da allora non ho capito più niente e non sono riuscito ad affezionarmi a nessuno dei personaggi.

9788875216924_0_0_0_75

TERZA DI COPERTINA
Penny è una ragazza tutto fuorché ortodossa, e appartiene a una famiglia che definire atipica sarebbe riduttivo. Dopo la morte del padre, un guaritore hippie di malati terminali, si ritrova unica erede della sua casa d’infanzia che, nel lungo periodo in cui è rimasta in stato di abbandono, si è trasformata in una comune abitata da individui eccentrici che l’hanno ribattezzata Nicotina.
L’insolita e divertente storia di una famiglia disfunzionale alle prese con una catena di eventi bizzarri e di ancor più strani incastri sentimentali si trasforma, pagina dopo pagina, nel diario attento e quotidiano di una vita fuori dalle regole. Ed è proprio questo particolare angolo visuale che permette a Nell Zink di regalarci un romanzo sorprendentemente umano, fatto di persone e non di personaggi: una satira sociale amorevole e insieme dura su un mondo apparentemente liberato che invece è ancora imbrigliato nelle convenzioni prefemministe.
Unopera illuminante su come trovare ordine nel caos, su come accettare le idiosincrasie delle persone più strampalate e far pace con la propria famiglia, biologica o meno, ristretta o allargata che sia. Un libro che a volte potrà turbare, ma che sicuramente saprà far sorridere.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.