Tokyo Express – Seicho Matsumoto

Se dovessi usare una sola parola per definire questo libro non potrebbe essere che INCERTEZZA. Il libro, il mistero potremo dire, inizia in maniera un pò sciocco e prevedibile … capitolo dopo capitolo diventa un puzzle dove orari ferroviari, personaggi, ipotesi e congetture cercano di incastrarsi … creando e scombinando i pezzi sul tavolo proprio come quando si fa un puzzle e fino a quando non troviamo quel preciso pezzo di quel colore con quella forma tutto il lavoro intorno non ha un senso compiuto …. poi quando tutti i pezzi sono nelle loro posizioni giuste giuste  … finale a sorpresa.

38588764

TERZA DI COPERTINA
In una cala rocciosa della baia di Hakata, i corpi di un uomo e di una donna vengono rinvenuti all’alba. Entrambi sono giovani e belli. Il colorito acceso delle guance rivela che hanno assunto del cianuro. Un suicidio d’amore, non ci sono dubbi. La polizia di Fukuoka sembra quasi delusa: niente indagini, niente colpevole. Ma, almeno agli occhi di Torigai Jutaro, vecchio investigatore dall’aria indolente e dagli abiti logori, e del suo giovane collega di Tokyo, Mihara Kiichi, qualcosa non torna: se i due sono arrivati con il medesimo rapido da Tokyo, perché mai lui, Sayama Ken’ichi, funzionario di un ministero al centro di un grosso scandalo per corruzione, è rimasto cinque giorni chiuso in albergo in attesa di una telefonata? E perché poi se n’è andato precipitosamente lasciando una valigia? Ma soprattutto: dov’era intanto lei, l’amante, la seducente Otoki, che di professione intratteneva i clienti in un ristorante? Bizzarro comportamento per due che hanno deciso di farla finita. Per fortuna sia Torigai che Mihara diffidano delle idee preconcette, e sono dotati di una perseveranza e di un intuito fuori del comune. Perché chi ha ordito quella gelida, impeccabile macchinazione è una mente diabolica, capace di capovolgere la realtà. Non solo: è un genio nella gestione del tempo.
Con questo noir dal fascino ossessivo, tutto incentrato su orari e nomi di treni – un congegno perfetto che ruota intorno a una manciata di minuti –, Matsumoto ha firmato un’indagine impossibile, ma anche un libro allusivo, che sa con sottigliezza far parlare il Giappone.