Morte nel Trullo – Gino Marchitelli

Opera prima di un autore che ha pubblicato dopo questo altri 7 Romanzi e alcuni saggi. La lettura è piacevole ma potrebbe andare incontro a critiche anche forti di chi non si riconosce nelle idee “politiche” dell’autore.
Perché il modo di narrare le storie da Gino è di parte e non lo nasconde.

Le persone comuni sono capaci di grandi imprese nella vita, ogni uomo e ogni donna rappresentano un universo speciale fatto di amoridolorigioieimpegnodifficoltà… senza essere sotto la luce dei riflettori, molti, costruiscono le fondamenta per un mondo migliore.

É così anche per il protagonista di Morte nel trullo che si troverà a cambiare la propria vita inseguendo un mistero che gli ha cambiato l’esistenza.

É nell’estate del 2006 che ricorda, improvvisamente, l’abuso sessuale subito nel 1967, quando era bambino e abitava nel quartiere di Lambrate nella periferia milanese.

Questa scoperta lo porterà, progressivamente, a perdere il controllo di se stesso e della propria vita.

Indagherà, contro il tempo, braccato dalla polizia, per scoprire chi era il responsabile di quella violenza che gli aveva segnato profondamente l’esistenza e che distrugge tutte le certezze della sua vita di uomo adulto, marito e padre.

Violenti omicidi si susseguono tra capannoni industriali e cantieri edili della provincia di Milano, nella Puglia affascinante e struggente dell’alto Salento Brindisino tra San Vito dei Normanni e Carovigno e nei vicoli soffocati della città di Napoli.

Una storia fatta di agguati e inseguimenti rocamboleschi. Una storia avvincente di delittiamore e lotta alla pedofilia.

Acquista il Libro

Le indagini saranno affidate al commissario Matteo Lorenzi di Milano che porterà avanti l’inchiesta in un crescendo di difficoltà e suspense.

Il Commissario sarà coadiuvato nel lavoro investigativo da una giornalista di Radio Popolare, nota emittente radiofonica milanese.

Chi è l’assassino che dissemina di tracce volontarie la sua strada insanguinata?
Un abile hacker informatico?
Un vendicatore?
Una persona comune insospettabile e irreprensibile?
Un serial killer?

Qual è il significato della costante presenza della musica ossessiva degli Uriah Heep?

Saranno Lorenzi, il nucleo investigativo, il vice commissario amico di sempre e la giornalista a dover rispondere a queste domande.

Una narrativa non fiction, un noir palpitante e dai mille misteri, un insieme di personaggi ignoti che sveleranno, giorno dopo giorno, la loro natura di persone semplici o di inimmaginabili perversi fino all’avvincente epilogo.