Archivi categoria: Musica

e se costruire il futuro è inginocchiarsi e accendere un cero… complimenti, complimenti davvero!

Parlo per me per il mio paese
Per quella parte che tace e non dice che gli soffoca in gola uno strillo
per lo sgomento di uno spettacolo indegno per cui paga e non lo ha scelto
di chi segue il bastone del pastore o l’etichetta dov’è scritto il proprio nome
e per il futuro e inginocchiarsi ed accendere un cero complimenti davvero
pascoliamo pascoliamo e pure in un campo a caso e che sia vicino
casa perché migriamo soltanto dal divano al davanzale
prigionieri con il il terrore di essere liberati di essere liberi

Caro mercato ti vedo costretto
Ad offrirci ogni giorno cio che non ti è richiesto per il tuo bisogno per il tuo commercio
la merce marcisce nei supermercati
Davanti a intestini accorciati di uomini obesi annoiati e ossessionati dalla forma
Ossessionati dalla norma non ci siamo non ci siamo
allora una parola lanciata nel mare con un motivo ed un salvagente
che semplicemente fa il suo dovere,
una parola che non affonda che magari genera
un’onda che increspa il piattume e lava il letame

Nara F. – Bobo Rondelli

Da un intervista di Bobo Rondelli a Rock.it
“Nara F.” e’ un omaggio puro all’amore materno che tutto perdona a un figlio e il desiderio di far conoscere tutte le ingiustizie subite durante un’infanzia sottoproletaria di un tempo, che mai come oggi sembra ripresentarsi come una condizione di cocente attualità.

Video condiviso da LA STAMPA

TUGS – Europa Minor

Il ritorno del ProgRock

cover_5245152272013_rDodici brani intrisi del buon prog degli anni 60 con influenze proveniente da PFM, BMS, Angelo Branduardi e Fabrizio De André.
Dodici brani che ripercorrono in maniera anche critica e polemica la costruzione dell’Europa. Europa che non è solo economica e finanziaria, ma soprattutto letteratura, pittura, danza e musica. L’iniziale WATERLOO ci riporta alla famosa battaglia e il suo intercedere musicale ci fa immaginari i cavalli scalpitanti sul campi di battaglia e l’incedere dei battaglioni nella campagna belga. La finale NANOU invece ci porta nel 1943 dove Nanou viene salvata, apparentemente, dalla morte.
Passando per la SanPietroburgo di Gogol, Dostoevsky e di Pietro il Grande e per la grande rivoluzione che porta la borghesia a prendere definitivamente il posto della nobiltà. (Il quarto stato l’ha sempre preso in culo)

Sergio Pepe e l’orchestrino dei cuori solitari

I Big Daddy sono una band semi sconosciuta americano degli anno 80 che si divertivano a creare cover di brani famosi con lo stile anni 50 … I Beatles ascoltati da Arnold’s.

spotify:album:0jFXLof8r2LkY9YlUebtcA

Gli easy All Star invece sono un gruppo di artisti reggae che si divertono a re interpretare interi dischi in versione dub
I Beatles nati a Trenchtown

spotify:album:7iehh77UNP03AllcLAB69M

il titolo del post fa, invece, riferimento a Fabio KoRyu  Calabrò artista Bolognese che invece ne ha fatto una versione in lingua italiana solo per Ukulele …

spotify:album:5x6Lcxpp92ifIyXEChCjVB