Archivi categoria: VITA

torna – stefano antonini

Ho conosciuto Stefano il 10 Giugno del 2017, quasi due anni fa.
E’ stato ospite di uno dei primi firmacopie che organizzavo in Libreria. Il suo modo di essere e il suo libro mi affascinarono subito e per tanti versi li sentii subito miei.
Mi feci firmare e dedicare il libro e poi lo riposi in libreria con la promessa di leggerlo … prima o poi.

Stamani è giunto i suo momento, curioso che sia giunto proprio in vicinanza del fine settimana nel quale si svolgerà a Verona un raduno che vuole riportare indietro di secoli la società italiana.

E’ un libro che ci racconta i mali della nostra società. Che non sono la non accettazione di una persona omosessuale, ma la non accettazione di chi è diverso. Non cambierebbe la bellezza e l’importanza di questo libro se al posto di un figlio “omosessuale” ci fosse stato un figlio “obeso”, “extracomunitario”, “down”. Perché ci racconta della paura che abbiamo di tutto quello che non conosciamo, ma peggio ancora che non vogliamo conoscere e rifiutiamo solo perché non sistemico alla nostra accettazione sociale.


Un padre rientra a casa prima dal lavoro e trova il figlio diciassettenne tra le braccia di un ragazzo. Lo stupore, la rabbia e il dolore gelano ogni sua reazione. Si chiude in camera e riesce a fare solo una cosa: scrivere una lunga e toccante email al figlio.

Torna è la lettera che ogni ragazzo rifiutato dalla famiglia avrebbe voluto ricevere, è l’occasione, per ogni genitore incapace di accettare la diversità, di aprire un dialogo con se stessi per trovare quelle risposte che, da soli, è difficile darsi.

Torna è la lettera che forse avrebbe evitato il suicidio di molti minorenni che, di diverso, avevano solo la capacità di amare.

Torna è anche la risposta di un figlio alle parole di un padre che non ha mai chiuso la porta in faccia alla speranza.

la fatica dell’ attendere

Abbiamo perso la capacità di aspettare. TUTTO E SUBITO.
Vieni con una lista di 20 libri … ti servono tutti .. ne ho solo 8 … e no mi servono tutti … te li ordino mi arrivano in settimana … no no no li voglio tutti …. Cazzo ma li leggi tutti contemporaneamente ? 

Si potrebbe parlare di dischi, scatolette di tonno e uguale. 
Non sappiamo più aspettare, abbiamo perso il senso della misura …. correre correre correre sempre più forte…. consumare consumare consumare … la caccia al modello sempre nuovo di cellulare …. Non rimanere indietro a niente

Battere i piedini in cassa perché la signora davanti (anziana con problemi di vista) si attarda a contare gli spiccioli …

Voler salire sul Frecciarossa, prima di tutti, come se si dovesse conquistarlo il posto invece di averlo prenotato.

CHE PALLE questi tempi.

Sfogo

Abbiamo perso la capacità di aspettare. TUTTO E SUBITO.
Vieni con una lista di 20 libri … ti servono tutti .. ne ho solo 8 … e no mi servono tutti … te li ordino mi arrivano in settimana … no no no li voglio tutti …. Cazzo ma li leggi tutti contemporaneamente ?
Si potrebbe parlare di dischi, scatolette di tonno e uguale.
Non sappiamo più aspettare, abbiamo perso il senso della misura …. correre correre correre sempre più forte…. consumare consumare consumare … la caccia al modello sempre nuovo di cellulare …. Non rimanere indietro a niente
Battere i piedini in cassa perché la signora davanti (anziana con problemi di vista) si attarda a contare gli spiccioli …
Voler salire sul Frecciarossa, prima di tutti, come se si dovesse conquistarlo il posto invece di averlo prenotato.
CHE PALLE questi tempi.

Una piccola storia

Adesso vi racconto una storia.
Se c’è una cosa che mi disturba sono le telefonate dai Call Center. Telefonate alle quali non rispondo, quando ho il numero in rubrica sotto la voce ROMPICOGLIONI … opure quando rispondo mi invento qualcosa tipo che vivo in una tenda, che uso quella del vicino, che io uomo du pulizia io padrone fuori a giratina.

Oggi mi chiama in numero sconosciuto di Roma al quale rispondo.
Dopo alcune parole capisco che che si tratta di un offerta di una delle tante aziende che offorbo luca, acqua, gas, telefono … ma non puliscono case né stirano i panni .
In pochi secondi devo decidere cosa e come rispondere.
-a chi sono intestate le bollette di casa sig.re Tonelli ?
– io non pago le bollette le faccio pagare al viicno di casa
-lei un ladro sig.re Tonelli io la denuncio
-fino a quando il vicino non si lamenta che problema c’è ?
-lei è un ladro io la denuncio ?
-e voi cosa siete ? Vogliamo parlarne ?
Tu tu tu tu tuuuuuuuuuu

I Phone X …. ma siamo sicuri che costi, veramente, così tanto ?

Prendendo spunto dal post dell’amica Sandra Biondo e dalla polemica nata sul eccessivo costo del nuovo iPhone X ho fatto un po di ricerche in rete.
Cosa ho scoperto ?
Che il glorioso Erickson T28 all’epoca TOP costava la bellezza di 1.390.000 UN MILIONE E TRECENTONOVANTAMILA LIRE …. trasportate quelle lire in Euro e tenuto conto del tasso di inflazione in questi ultimi 17 anni … viene fuori che quel cellulare che adesso schiferebbero tutti l’abbiamo pagato l’equivalente di 991€.

L’IPhone o un qualsiasi Android in commercio non sono telefoni che fanno anche altre cose, ma computer palmari con macchina fotografia e cinepresa (la mia visione anni 70 del mondo viene costantemente fuori) integrate, collegati a Internet e che, incidentalmente, servono anche a telefonare.