Nulla e’ in regalo

Nulla è in regalo,

tutto è in prestito.
Sono indebitata fino al collo.
Sarò costretta a pagare per me
con me stessa,
a rendere la vita
in cambio della vita.
E’ così che è stabilito,
il cuore va reso
e il fegato va reso
e ogni singolo dito.
E’ troppo tardi
per impugnare il contratto
Quanto devo
mi sarà tolto con la pelle.
Me ne vado per il mondo
tra una folla di altri debitori.
Su alcuni grava l’obbligo
di pagare le ali.
Altri dovranno, per amore o per forza,
rendere conto delle foglie.
Nella colonna Dare
ogni tessuto che è in noi.
Non un ciglio, non un peduncolo
da conservare per sempre.
L’inventario è preciso,
e a quanto pare
ci toccherà restare con niente.
Non riesco a ricordare
dove, quando e perchè
ho permesso che aprissero
questo conto a mio nome.
La protesta contro di esso
la chiamiamo anima.
E questa è l’unica voce
che manca nell’inventario.

(Wislawa Szymborska)

Piovono pietre

La definizione “piovono pietre” è un modo di dire che sta a significare che……..il peggio può ancora arrivare!
Sembra il film di questi ultimi mesi, beh dal 18/10 sicuramente, prima non-ostante alcune crisi passeggere ero sempre riuscito a ritirarmi su.
Da quel “maledetto” giorno sembra che niente possa esistere di bello e piacevole nella mia già “fallimentare” esperienza di vita.

Verrà un po’ di sole anche nella mia vita ? adesso mi basterebbe anche tempo solo nuvoloso, mi accontento di poco.

E’ un cazzo fritto, la vita. (Celine)

Perché da sempre l’attesa è il destino di chi osserva il mondo con la curiosa sensazione di aver toccato il fondo. Senza sapere se sarà il momento della sua fine o di un neo-rinascimento. Non disturbatemi, sono attirato da un brusio che non riesco a penetrare, non è ancora mio.

L’attesa – G. Gaber

Sperando di non aver “aspettato a lungo qualcosa che non c’è, invece di guardare il sole sorgere”
Elisa, Qualcosa che non c’è

Sun Tzu, “L’arte della guerra”

La configurazione tattica eccellente, dal punto di vista strategico,
consiste nell’essere privi di configurazione tattica, ossia nella
condizione “senza forma”. Quando si e’ senza forma, neanche gli agenti
segreti piu’ profondi sono in grado di spiarci, ne’ gli uomini piu’
intelligenti di tramare progetti.

Potrebbe essere un idea per gestire alcune situazioni da cui non riesco

a venirne fuori.

Mala tempora currunt

Un fiume in piena.

il fiume dei pensieri tracima e lascia sterpaglia ovunque
non ho voglia di ripulire il letto dei sentimenti

Le jene hanno aggredito e azzannato le mie carni
dividendosi gioiose il pasto

il cuore non ha più voglia di (s)battere
e comunica volontà di eternità

e’ stanco e vorrebbe un pò di pace
di qualcosa che non ricorda