Cannibali – Régis Jauffret

Noémie è una pittrice di 24 anni che ha appena rotto con Geoffrey, un architetto cinquantaduenne con cui ha avuto una relazione. Il romanzo inizia con una lettera in cui la ragazza annuncia alla madre del suo ex di aver rotto con lui. Tra le due donne si sviluppa una corrispondenza che finisce per creare un legame diabolico che le porterà a progettare di divorare quest’uomo. Due donne che sono due amanti appassionate. La madre che ha dato al figlio il nome dell’unico uomo che abbia mai amato, morto prima del suo matrimonio. La ragazza che è una «collezionista di storie d’amore» sempre alla ricerca di un ideale irraggiungibile.

Un selvaggio romanzo d’amore.

Questo non è un libro per tutti. “Cannibali” è un romanzo pieno di umorismo oscuro e visioni ciniche su argomenti come i legami familiari, l’amore e Dio. Fatto a posta per mettere a disagio con alcuni degli argomenti. (Ad esempio, leggere di una madre che desiderava uccidere e mangiare suo figlio). Tuttavia, concordo alcuni punti nel libro per essere molto originale, assurdo e per aver rotto gli schemi.