Archivi tag: de silva

[LIBRO] Da un altra carne – Diego De Silva

9310999quegli sbotti di scortesia, quelle voglie nervose di rendersi detestabili a cui capita di abbandonarsi con piacere, qualche volta

La trama potrebbe essere considerata superflua. Quello che colpisce di questo libro sono le descrizioni degli attimi, dei pensieri, delle conseguenze, dei momenti che cambiano in continuazione … senza la patina di finto-buonismo

TRAMA
Guido, uno dei figli della signora Traversari, rientra a casa un giorno con un bambino per mano. Salvino ha dieci anni e un passato segreto. Dei suoi genitori non si sa nulla, né Guido fornisce spiegazioni, anche se tra lui e il piccolo sembra esserci una confidenza costruita nel tempo. Per tutti l’arrivo di Salvino è un tornado interiore. Non solo e non tanto perché è difficile accettare l’estraneo, l’intruso che irrompe nelle nostre esistenze e le sconvolge, un po’ le brucia e un po’ le rigenera. Le ragioni per cui la sola presenza di quel bambino è sufficiente a modificare gli equilibri di una famiglia e degli individui che la compongono sono in gran parte oscure: ed è proprio questa zona buia, questo luogo di verità in movimento, che il romanzo di De Silva attraversa senza dare né chiedere spiegazioni.

Certi Bambini – Diego De Silva

certi-bambiniD’estate, di domenica, c’è gente che compra le paste

Un affresco. delirante, della società contemporanea.
Mentre da un parte c’è il tran-tran quotidiano fatto di lavoro, di fatica, di spostamenti con i mezzi publici, di vicini insopportabile, di uomini e di donne che all’apparenza sembrano normali …. dall’altra … poi ….
nascosta un’altra realtà.
Quella dei tanti Rosario che adolescenti hanno già conosciuto “la faccia scura della vita”.
Adolescenti che rubano, violentano, uccidono.
Una vita quella di Rosario in bilico fra il bene e il male.
Fra le cure amorevoli alla nonna inferma e i furti, fra il volontariato a Villa Serena e l’omicidio a freddo.
La vita anormale di tanti adolescenti che si trovano a prendere decisioni senza la consapevolezza e sempre in bilico fra il bene e il male

Rosario non vi riguarda
Rosario vi piace

TERZA DI COPERTINA: osario, undici anni, un completino da calciatore nella borsa degli allenamenti, va a compiere la sua prima esecuzione di camorra al termine di un lungo tirocinio d’istruzione a uccidere. Tornando nel suo quartiere in metropolitana, ripercorre a ritroso le tappe più significative del cammino che lo ha portato fino a quel punto. E la storia di Rosario diventa il racconto di un mondo spaventoso che è il nostro mondo. De Silva racconta uno dei peggiori delitti che la criminalità contemporanea abbia scelto di commettere, il furto dell’infanzia.

Non avevo capito niente

Finirà fra i libri che meritano di essere regalati alle persone a cui voglio bene.

Più che di un romanzo definirei questo libro un monologo, una chiaccherata, uno spettacolo teatrale. Sei lì che  lo leggi e ti sembra di avere Malinconico davanti che parla ti spiega e ti chiede “ho ragione vero ?” …..
Riesce a strappare risate e molto spesso sorrisi, riesce a farti pensare senza essere pesante e pedante.  Comico, umorale, pieno di affetto, filosofico, cazzone, infantile, disarmante.