Archivi tag: Leone Editore

Eventi in Libreria DOMENICA 12 / 11

Qualche tempo fa pubblicavo questi “appunti disordinati di lettura” sul libro “L’UOMO SENZA VOLTO”  DI ROBERTO LEONARDI … domani per la terza volta avrò l’onore di ospitarlo in libreria per tutta la giornata. Roberto incontrerà i lettori che desiderano conoscerlo, firmerà le copie del suo libro e chiacchiererà con chi ha voglia.

Ecco qua una breve scheda dell’evento

DOM, 12 NOV 2017 1000 1700

Roberto Leonardi incontra il pubblico e firma le copie del libro “L’uomo senza volto” Leone editore

Mondadori Bookstore – Ferrara

VIA GIUSEPPE GIUSTI, 4 FERRARA EMILIA ROMAGNA 44124 IT – PRESSO CENTRO COMM. “IL CASTELLO”
87Ee9aa5 649E 4Ba8 9A07 84938Bd3c6fd Medium P

L’agente Darren Iannacci durante una rapina alla National Bank provoca la morte accidentale di un ostaggio e viene radiato dal corpo di polizia di Chicago. Si trasferisce in Canada con la sua famiglia per cambiare vita, ma un giorno, in un bosco adiacente al fiume Peace River, Darren si imbatte nel cadavere di una ragazza e in un fiore che sembra trovarsi in quel posto non a caso. Si tratterà solo del primo di una lunga serie di omicidi con un solo filo conduttore: Isaac Mood, l’uomo senza volto dal passato incenerito nel fuoco.

Roberto Leonardi è nato a San Benedetto Del Tronto il 15 giugno 1983. Laureato in Ingegneria Biomedica, ha poi frequentato un master per ottenere la qualifica di Auditor di prima parte. L’uomo senza volto è il suo romanzo d’esordio.

Annunci

Luigi Martinuzzi – L’ultimo respiro

Il libro si fa leggere e grazie ai capitoli corti tiene sempre il lettore sospeso, in attesa del capitolo seguente. La sensazione che ho avuto è quella di trovarsi all’interno di una fiction made in USA dove tutte le caratteristiche del genere si ritrovano perchè è quello che il lettore/spettatore vuole quando si mette alla lettura/visione di quello specifico libro/film.
Insomma per tirarla breve, perché sapete a me di raccontare la trama mi interessa poco, un libro perfetto e godibilissimo per chi ama alla follia CSI, NCIS …

le28099ultimo-respiro
Springfield, Massachusetts. L’agente dell’Fbi John Bay, entrato in crisi dopo la morte in un incidente della moglie Lucy, sembra avere trovato un nuovo equilibrio, anche grazie ai successi professionali raccolti insieme al collega Simon Lower. Ma i tormenti non sono finiti: ad attenderlo ci sono l’improvvisa morte di Simon e le indagini sull’Annegatore, uno spietato serial killer ossessionato dall’acqua. Un folle che vuole «purificare» le sue vittime dalle loro colpe, e per il quale lo stesso John diventerà il bersaglio più importante.

Il valore delle piccole cose – Marco Vozzolo

Iniziamo con il dire perché ho letto questo libro.
Ho letto questo libro perché parla, mi aveva promesso che lo faceva, di un periodo della storia che mi interessa moltissimo. Ho letto questo libro perché conosco personalmente Marco e ogni tanto viene a fare dei firmacopie nella libreria dove lavoro.

Il libro l’ho trovato bello e emozionante.
Scritto con l’anima e con il cuore.
La storia di un bambino che vive la sua gioventù durante la ritirata tedesca e della sua amicizia, con un coetaneo, che resiste per tutta la vita.
La voglia di andarsene, delle giovani generazionì, dal paesello natale e la scoperta che le radici non si recidono e che rimangono dentro di te (anche se fai di tutto per nasconderle).
Di un uomo che provato dalla vita ritrova attraverso i racconti di un amico, del padre,  la propria storia e le proprie radici … e attraverso questi racconti trova la forze di rialzarsi proprio grazie a quelle “piccole cose” che poi così piccole non sono mai.

il_valore_delle_piccole_cose_LRG

L’uomo senza volto – Roberto Leonardi

l_uomo_senza_volto_LRGAppunti disordinati di lettura.

Mentre leggo ho sempre a portata di mana (le mie origini aretine si fanno sentire) una moleskine dove segno cose, idee, appunti su quello che sta leggendo. Fino al capitolo 28 avevo la sensazione di trovarmi di fronte ad un thriller dove il poliziotto si comportava a volte in maniere strana e a volte un po troppo all’americana.
Un libro scritto bene, scorrevole, piacevole un buon romanzo. Si sente che c’è sostanza e spessore nella narrazione. Si sente che Roberto ha letto tanta narrativa di genere e tanti classici. Le citazioni di Joyce e Cervantes lo dimostrano.
Un buon ritmo …. tante volte “stai a vedere che ….. ”
Poi arriva il Capitolo 28 a pagina 308 di 338 e arriva il “stai a vedere che …” giusto e ti dici fra te e te …
Cazzo se lo fa finire cosi è un fottuitissimo genio.
Me lo dico, ma dentro di me non ci credo.
Poi arriva la fine e scopri che l’ha proprio fatto finire in quel modo.
Nel modo che non avevi mai letto in un thriller e che non immaginavi mai di leggere .. abituati ai gli investigatori MADE in USA iperattivi e che risolvono il caso in 48 ore.
Quel finale mi lascia, ci lascia, il volto umano di investigatore.

Il Karl Kraus dentro di me però chiede … come faceva nel 2002 Darren Iannaci ad avere i “Let it be” sull’IPOD quando fino al 2010 i Beatles non hanno rilasciato le versione digitali su iTunes ?
Il tutto a causa di una vertenza per il nome fra la APPLE Corps (Beatles) e la APPLE Inc. (Steve Jobs) conclusasi nel 2012 con l’acquisto da parte di Apple Inc. di tutti i diritti e loghi Apple Corps.

TERZA DI COPERTINA

L’agente Darren Iannacci durante una rapina alla National Bank provoca la morte accidentale di un ostaggio e viene radiato dal corpo di polizia di Chicago. Si trasferisce in Canada con la sua famiglia per cambiare vita, ma un giorno, in un bosco adiacente al fiume Peace River, Darren si imbatte nel cadavere di una ragazza e in un fiore che sembra trovarsi in quel posto non a caso. Si tratterà solo del primo di una lunga serie di omicidi con un solo filo conduttore: Isaac Mood, l’uomo senza volto dal passato incenerito nel fuoco.

 

[LIBRO] Criptocrazia – Paolo Ferrari

Criptocrazia_LRGMIA RECE SU ANOBII DEL 08/11/2009
La disillusione. La perdita dei sogni giovanili della forza rivoluzionaria che alberga in ognuno di noi. Il fare a patti con la realtà. La libertà … chi da ragazzo non ha anelato sogni rivoluzionari per la libertà.
Poi si cresce e iniziano le disillusioni, l’arrivare a patti con la realtà.
L’ambientazione, secondo me, è secondaria.
Vediamo se i semi piantanti in questo romanzo daranno i frutti con la prossima esperienza letteraria.

TERZA DI COPERTINA

Le nuove tecnologie che definiscono il nostro mondo globalizzato, dalle reti cellulari a Internet, sembrano aprire nuovi orizzonti di libertà. Comunicazione, informazione, verità: tutto è a portata di mano, ma qualcuno non la pensa così. Cinque ragazzi ipotizzano che invisibili “criptocrati”, grazie a quelle stesse tecnologie, acquisiscano dati sulla vita della gente, li elaborino e li usino per manipolare e controllare la realtà. Dal momento che l’amore per la libertà è il fuoco che ha forgiato la loro amicizia, i ragazzi decidono di definirsi “prestigiatori” e di scomparire alla vista dei controllori occulti. Il gruppo cerca di diffondere con entusiasmo le proprie idee, ma quando i criptocrati decideranno di scendere in campo, la posta in gioco non sarà più solo la libertà, ma la vita stessa. Un thriller drammaticamente attuale. Una sconvolgente riflessione su cosa significhi essere liberi ai giorni nostri.