Archivi tag: letteratura giapponese

Il Sospettato X – Keigo Igashino

APPUNTI DISORDINATI DI LETTURA
Il sospettato X è una lettura consigliata . . . Questo libro è il terzo nella serie del “Detective Galileo”, ma non ho avuto l’impressione che mi mancassero informazioni già raccontate anche perché  in realtà, non c’erano riferimenti a casi o misteri precedenti.
Se non fosse per una ricerca su Google non avrei scoperto questa cosa.
Quindi perché Il Sospettato  X è una lettura consigliata ?

Il detective principale, Kusanagi, è una persona normale .. non è un alcolizzato, non è stato lasciato dalle moglie, non è un “tromber de femme”.
La presenza di un amico del detective che alla fine risolve il caso non è un poliziotto, ma un fisico, dal nome Manabu Yukawa, che risolve il mistero usando le tecniche di investigazione scientifiche ….

Perché ….

Ishigami, un geniale insegnante di matematica.
L’omicidio avviene subito entro i primi due capitoli e sappiamo immediatamente chi lo ha commesso e perché. Yasuko una madre single che uccide per legittima difesa l’ex marito. Quando però Yasuko vuole andare a costituirsi Ishigani lo impedisce e crea un alibi perfetto e inattaccabile. Quello che segue infatti è un continuo e avvincente gioco del gatto e del topo tra i due Ishigani e Yukawa

Il finale DEVASTANTE.

Lo stile di questo romanzo calmo, tranquillo, metodico e riflessivo. Nessun pneumatico stridente. Nessun litigio tra i detective. Nessuna minaccia con le pistole.

E’ più semplice trovare una soluzione al problema o verificare che la soluzione data da un altro è corretta o meno ?

55934u-XWAC4SXK

TERZA DI COPERTINA
Dopo il divorzio da un uomo violento, Yasuko cresce da sola la figlia Misato e cerca di rifarsi una vita indipendente, tenendo lontani gli errori del passato. Quando l’ex marito si presenta alla sua porta per estorcerle del denaro, minacciando sia lei che la figlia, Yasuko perde il controllo e lo uccide strangolandolo con un cavo. Il vicino di casa, il signor Ishigami, un meticoloso professore di matematica di mezz’età, ha sentito tutto e, invece di denunciare l’accaduto, si offre di aiutare Yasuko, a patto che lei e la figlia seguano alla lettera i suoi ordini. L’insospettabile matematico ha un piano degno della sua professione in cui niente è lasciato al caso: si occupa del cadavere e costruisce per le due donne un alibi inappuntabile. Ma l’investigatore Kusanagi, a cui viene affidato il caso, capisce immediatamente di aver bisogno d’aiuto e si rivolge all’infallibile dottor Yukawa, alias Galileo, un fisico che collabora con la polizia. Lo scienziato intuisce che il delitto nasconde qualcosa di molto anomalo e che qualcuno sta cercando ingegnosamente di depistare le indagini. Un inedito ritratto del Giappone moderno, tra solitudine e alienazione, in cui Higashino, magistrale burattinaio, è capace di far muovere i personaggi in maniera impeccabile e perfettamente verosimile. Titolo originale: ”Yôgisha X no Kenshin” (2005).

L’uccello che girava le viti del mondo – Haruki Murakami

murakamiPer descrivere questo libro non ho
bisogno di tante parole ne bastano due:

Pura poesia

Irrazionale, onirico, bello come tutti i libri di Murakami.
Un viaggio, maledettamente doloroso, all’interno dell proprio IO
per scoprire
che ci sono domande
che non hanno risposta

TERZA DI COPERTINA: Il protagonista è un giovane giapponese che ha appena lasciato volontariamente il lavoro in uno studio di avvocati. È felicemente sposato con una donna in carriera. Tutto ha inizio da due episodi insignificanti: il gatto di casa scompare e l’uomo riceve la telefonata anonima di una donna che con voce sensuale gli chiede un incontro. A partire da quel momento la sua vita, fino ad allora normalissima, inizia a subire una strana trasformazione. Intorno a lui compaiono personaggi sempre più strani, e la realtà – il reale – inizia a degradarsi in qualcosa di fantasmagorico.