Archivi tag: Paolo Regina

Morte di un antiquario – paolo regina

Lunedì dedicato agli autori italiani

Beh che dire. Mi sento molto vicino a De Nittis. Anche io come lui sono trapiantato in terra estense per lavoro. Come lui anche io sottolineo i pregi delle origini e i difetti della terra che mi ospitata. 

“Ferrara è di una bellezza discreta, nascosta. Il meglio è celato all’interno, nei parchi dietro austeri portoni, nelle sale affrescate sui soffitti lignei di saloni sconosciuti ai più. Una “prudente” sobrietà nasconde lo sfarzo, perché l’ostentazione attira le maldicenze, l’invidia, l’attenzione. È l’urbanistica che ha influenzato le persone o viceversa?”. 

Il romanzo scava nel tessuto sociale ed economico della società, nella rete fra simili, nelle relazioni taciute, delle cose che si fanno ma che non si dicono.

La prima cosa che si nota è la bellissima copertina.  
Due forbici insanguinate. 

Le forbici sono il mezzo con cui i sarti vestono gli uomini e le donne.
Dalle mie parti c’è un detto.
TAGLIARE I VESTITI ADDOSSO
Con il significato criticare, parlar male, sparlare alle spalle di qualcuno. 

Come ad ammonirci che spesso né uccide più la lingua che la spada.