Archivi tag: Truman Capote

Colazione da Tiffany – Truman Capote

Tutto quello che vi ha fatto immaginare Audrey Hepburn con la sua interpretazione nel Film dovete lasciarla andare.  Nel romanzo il personaggio di Holly Golightly è assai discutibile dal punto di vista etico.
Mi fermo qui perché il libro racconta una storia diversa e tante sono le parti che nella sceneggiatura sono state tagliate o completamente riscritte con un finale completamente
diverso da quello del lungometraggio.

La Holly del film è idealista, ma che alla fine si lascia trasportare da Paul.
Quella di Capote, invece, all’idealismo contrappone con un sfacciata brutalità tutta li sua vitalità e la sua voglia di raggiungere gli obiettivi fregandosene dei cadaveri che lascerà per strada.

colazione20da20tiffany

Annunci

[FILM] Colazione da Tiffany – Blake Edwards

$(KGrHqFHJFQE-lYSjMSvBPq5H!gmOg~~60_35La minuta e fragile fisicità di Audrey Hepburn mal si adatta al carattere di Holly Golightly, personaggio capriccioso e al tempo stesso instabile e insicuro, eppure proprio in questo gap tra il candore di Audrey e l’avidità a tratti ingenua di Holly, ragazza perduta sempre “a rischio di esser salvata”, si annida la problematicità della protagonista, sempre oscillante tra bene e male, tra ideali sbagliati e sensibilità imponderabile facendone una figura a tutto tondo. Non è possibile non identificarsi in almeno un aspetto di questa donna e la Hepburn è tutto: comica,crudele, pigra, glamour, infantile…..

Sulla trama

Holly ha un passato da dimenticare: legatasi giovanissima a un uomo più adulto, fugge dalla vita di fattoria per approdare a New York dove però sopravvive facendo l’accompagnatrice di lusso. Quando nel suo palazzo si trasferisce lo scrittore Paul Varjak, la sua giovane vicina lo travolge con la sua vitalità e il giovane se ne innamora, salvo poi accorgersi che è pressoché impossibile “intrappolare” un animale selvatico come Holly……..

Su Blake Edwards

L’impianto della commedia americana brillante sta senz’altro stretto al plot del romanzo da cui è tratto, eppure la bravura del cast riesce a farci avvicinare all’apparente superficialità di Holly per scoprirne poi il travaglio interiore.

RECENSIONE di Mafaldyna1